mac-insieme-story-1.jpg

La mancata acquisizione delle autonomie di base o la strutturazione di modalità inadeguate mette a repentaglio la partecipazione della persona alle attività sociali della comunità, con inevitabili ulteriori conseguenze sul piano emozionale. Per autonomie di base intendiamo tutti i compiti di cura primaria della persona, come mangiare, vestirsi, lavarsi, controllare gli sfinteri e le abilità domestiche ed anche le abilità di orientamento e mobilità. Molte di queste abilità possono essere insegnante in un contesto di apprendimento strutturato all’interno di un percorso psicoeducativo a cui poi dovrà seguire la generalizzazione e il mantenimento in tutti gli ambienti di vita quotidiana.

Nel lavoro educativo con le persone con disabilità visiva ci si è resi conto di quanto importante sia il ruolo giocato dalle abilità di autonomia per aumentare il grado di autodeterminazione ma anche di integrazione e partecipazione sociale.
Il corso si propone di offrire una serie di informazioni e indicazioni tecniche agli insegnanti ed educatori, grazie alle quali aiutare la persona non vedente o ipovedente ad acquisire sicurezza e indipendenza disponendosi così ad affrontare con competenza situazioni ed ambienti sia noti che sconosciuti. Saranno illustrati gli aspetti psicologici e comportamentali della minorazione visiva, nonché presentante le tecniche di accompagnamento e di protezione e gli accorgimenti utili in relazione alle barriere percettive.

Modalità: Nell’ambito del corso si realizzeranno attività di discussione e simulazioni di situazioni concrete, allo scopo di orientare i partecipanti a costruire un progetto educativo che guardi al progetto di vita e alle autonomie possibili.
In particolare saranno trattati argomenti inerenti strategie e processi di insegnamento-apprendimento di abilità per la vita quotidiana nella persona con disabilità visiva.
Oltre che in lezioni frontali i corsisti saranno impegnati in attività di lavoro in piccolo gruppo, studio di casi clinici e progettazione di interventi.

Contenuti:

  1. La persona non vedente e ipovedente: aspetti psicologici e comportamentali della minorazione visiva; 
  2. L’Intervento sulle Autonomie personali 
  3. La Valutazione delle abilità di autonomia (guida ai progressi e check list) 
  4. La Task-Analysis 
  5. L’utilizzo della visualizzazione per supportare l’autonomia 
  6. Le tecniche cognitivo-comportamentali: Shaping; Prompting; Fading; Chaining; Guida graduata - Video-modeling per facilitare l’autonomia; 
  7. La strutturazione spazio temporale a casa, a scuola e nel contesto lavorativo; 
  8. Barriere architettoniche e percettive;
  9. Tecniche di accompagnamento e di protezione; 
  10. Muoversi nell’ambito della sicurezza; 
  11. Attraversamenti pedonali; 
  12. Orientarsi e fruire dello spazio, viaggiare con i mezzi di trasposto;
  13. Tecnologie assistive

Organizzatori: la Fondazione MAC insieme di Salerno, in collaborazione con il MAC, (accreditato dal M.I.U.R., con decreto del 23/5/2007, come soggetto riconosciuto per la formazione del personale della scuola)

Destinatari: il laboratorio è rivolto a insegnanti curricolari e di sostegno, pedagogisti, educatori, psicologi, assistenti alla comunicazione, assistenti sociali, ecc.

Calendario degli incontri: il corso avrà durata complessiva di 9 ore così distribuite:

  • lunedì 09 aprile 2018 (15:30-18:30)
  • lunedì 23 aprile 2018 (15:30-18:30)
  • lunedì 14 maggio 2018 (15.00-18.30)

Sede del corso: Fondazione Mac insieme via Vernieri 34 – Salerno

Conduttori del corso: Domenico Vaccaro e Michela De Rosa 
                                     (pedagogisti Fondazione MAC insieme)

Contributo per le spese di segreteria: a ciascun corsista sarà richiesto un contributo di 20,00 euro a copertura delle spese di segreteria e per il materiale didattico. Tale contributo sarà versato il primo giorno di corso.

Segreteria iscrizioni: Fondazione MAC insieme, Via M. Vernieri, 34 – 84125 Salerno, tel. 089236081 oppure al numero 338 – 3436522; per informazioni e per l’iscrizione visita il sito della Fondazione MAC insieme (www.fondazionemacinsieme.org)
Le iscrizioni (massimo 15) saranno accettate secondo l’ordine di arrivo, dovranno pervenire tramite il link dedicato sul sito della fondazione entro il 02 aprile 2018.
Il corso sarà attivato solo se si raggiungerà il numero minimo di 8 iscrizioni.

Il numero d'iscrizioni per la prima edizione del corso è stato raggiunto ed è stata creata successivamente  una lista d'attesa. Visto il grande interesse tutti coloro che hanno lasciato i propri dati saranno avvisatvi o di eventuali nuove edizioni.
 

Attestato: per ciascun giorno di frequenza verrà rilasciato certificato di partecipazione.
                  Al termine del corso sarà rilasciato l’attestato finale.

Il programma di parent training breve è suddiviso in 3 incontri. Gli incontri prevedono di affrontare una tematica per volta, ma, allo stesso tempo, fanno parte di un percorso che ha prioritariamente uno scopo: offrire ai genitori informazioni circa le competenze educative in grado di sostenere l’azione riabilitativa. Ogni incontro dura circa 90 minuti.

Leggi tutto...

Incontri per promuovere e facilitare la comunicazione tra genitori e figlio.
È oramai assodato che la condizione di disabilità influisca sull’interazione genitore-figlio, soprattutto per ciò che concerne la spontaneità e l’immediatezza della stessa.  Nella condizione di disabilità, infatti, il dialogo emozionale segue strade diverse dalle consuete e  talvolta è opportuno che  il  genitore conosca modalità diverse per facilitarlo.

Leggi tutto...

La Fondazione MAC Insieme, in collaborazione con il Movimento Apostolico Ciechi, organizza, da mercoledì 30 agosto 2017 (cena) a domenica 3 settembre 2017 (colazione), presso il Centro di formazione “T. Fusetti”- Corbiolo di Bosco Chiesanuova un Campus per famiglie, dal titolo “Famiglie in gioco”.

Destinatari

Il percorso "Famiglie in gioco" si rivolge a famiglie, nel cui seno vivono persone in situazione di disabilità grave e plurima, in età compresa tra i 6 e i 15 anni. 

Leggi tutto...

Corso di Aggiornamento per insegnanti curricolari e di sostegno, pedagogisti, educatori, psicologi, assistenti alla comunicazione, assistenti sociali - II edizione - Sede Salerno

Nel lavoro educativo con le persone con disabilità è molto frequente la necessità di intervenire per andare ad individuare degli obiettivi e delle modalità di intervento tesi a ridurre i cosiddetti comportamenti problematici.
Il corso intende offrire indicazioni pratiche finalizzate a facilitare i processi di riduzione dei comportamenti problematici mediante presentazione di casi clinici e la relativa progettazione di percorsi educativo-didattici.

Leggi tutto...

Corso di Aggiornamento di secondo livello per insegnanti (sostegno e curriculari) e operatori Asacom e Osa impegnati con alunni affetti da cecità e/o disabilità complessa - Sede Siracusa

Il corso ha lo scopo di proporre tecniche e strategie teorico-pratiche finalizzate a facilitare i processi di insegnamento/apprendimento ad alunni in situazione di disabilità complessa, in particolare alunni affetti da cecità e/o disabilità complessa e promuovere l'inclusione fra tutti i componenti del gruppo classe.

Leggi tutto...

Corso di Aggiornamento per insegnanti (sostegno e curriculari) e operatori Asacom e Osa che lavorano con alunni con disabilità - Sede Siracusa

Il corso ha lo scopo di proporre tecniche e strategie teorico-pratiche finalizzate a facilitare i processi di insegnamento/apprendimento ad alunni in situazione di disabilità, in particolare alunni con deficit visivo (ciechi e ipovedenti, nati o divenuti) e promuovere la loro inclusione nel gruppo classe. 
Il corso intende offrire nozioni di base relative alla psicologia dell’alunno con disabilità visiva, scrittura a rilievo e approccio al sistema Braille, sussidi tiflotecnici e tifloinformatici, discriminazione e riconoscimento del denaro, percezione della realtà circostante senza l’uso della vista, orientamento e deambulazione senza e con il bastone bianco.

Leggi tutto...

L’obiettivo del corso è offrire indicazioni teorico-pratiche finalizzate a facilitare i processi di insegnamento e apprendimento ad alunni in situazione di disabilità visiva e garantire la loro inclusione nella classe.

Leggi tutto...

Il corso intende offrire indicazioni pratiche finalizzate a facilitare i processi comunicativi e la riduzione dei comportamenti problematici mediante presentazione di casi clinici e la relativa progettazione di percorsi educativo-didattici.

Le persone con disabilità intellettiva grave presentano problematiche complesse: gravi limiti nella comunicazione, sia recettiva che produttiva, che associati  ai deficit neuromotori, creano una  ridotta possibilità di interazione e di selezione delle scelte. Ciò compromette l’apprendimento oltre che indurre disturbi della personalità e del comportamento. 

Leggi tutto...

Corso di formazione e di aggiornamento su didattica e metodi formativi in presenza della disabilità complessa.

Contenuti: Verrà illustrato ai corsisti come: utilizzare procedure di valutazione psico-educativa e di intervento educativo; definire e classificare il comportamento; individuare i parametri dell’osservazione: frequenza, durata, intensità; utilizzare i sistemi di osservazione diretta e come eseguire un'analisi funzionale del comportamento; i programmi per insegnare comportamenti adattivi e per ridurre i comportamenti disadattivi (rinforzo, prompt, fading e chaning, costo della risposta, time out; overcorrection, ecc.). I sistemi e i codici di comunicazione non verbali: segnaletico oggettuale, pittografico, ecc.

Destinatari: il corso è destinato a educatori, insegnanti di sostegno, pedagogisti, psicologi, assistenti alla comunicazione, operatori di base, operatori della riabilitazione, ecc.., che quotidianamente lavorano con persone in condizione di disabilità visiva e plurima.

Sede del corso: Fiuggi (FR) Hotel Italia 

Leggi tutto...

Back to top

Acconsenti l'utilizzo di cookies per migliorare la tua esperienza con questo sito?